Mura di Lucca Baluardo Cairoli

Mura di Lucca Baluardo Cairoli

La storia

L

a denominazione Cairoli è stata data al baluardo in sostituzione della prima: La Libertà, e così i Lucchesi chiamano ancora questo baluardo. Lucca ha sempre avuto il culto della Libertà, la sua storia lo dimostra e perché i posteri ne avessero testimonianza, sullo stemma della città, e prima ancora dello Stato, fu impresso il motto: Libertas, così come lo si ritrova all’interno del timpano della Porta San Pietro, e, ai piedi della statua della Madonna, collocata in una nicchia della porta Santa Maria, si legge: “vera libera, serva nos liberos” (Tu che sei veramente libera, conservaci liberi). Il senso del termine libertà spaziava dal civile al religioso, comprendendo ogni lucchese, quali che fossero le ideologie politiche; per questo sono state costruite le Mura, per difendere la libertà della città. In questa panoramica 360 gradi delle mura di Lucca si può godere di una visione notturna del baluardo dagli spalti che circondano le mura di Lucca.

Il luogo

Immagine panoramica 360 gradi delle mura di Lucca, il baluardo Cairoli si trova lungo la cerchia muraria che racchiude il centro storico di Lucca.


Cassetto degli Attrezzi

Per la realizzazione dell’immagine panoramica 360 gradi delle mura di Lucca sono stati utilizzati i seguenti strumenti hardware e software:

DATI DI SCATTO
  1. La foto è stata scattata il 11/08/2008 alle ore 21:56:59
  2. 14 fotografie raw (2 esposizioni per ogni posizione della macchina fotografica)
  3. La dimensione dell’immagine equirettangolare finale è di 8.000 x 4.000 pixel
HARDWARE
  1. La macchina fotografica usata è una Nikon D80
  2. L’obiettivo usato è un AF DX Fisheye-Nikkor 10.5mm f/2.8G ED
  3. La testa panoramica utilizzata è la Manfrotto 303 SPH
  4. Il treppiede usato è un Manfrotto 055PRO
SOFTWARE
  1. Lo stitching delle immagini è stato inizialmente fatto con PTMac.
  2. La fusione delle diverse esposizioni per la realizzazione dell’immagine HDR finale è stata effettuata con Braketeer.
  3. L’ottimizzazione dell’immagine equirettangolare finale è stata fatta con Adobe Photoshop.
  4. Il filmato 360° VR è stato inizialmente effettuato con Realviz Stitcher e poi in seguito con KRPano.
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento