Rovereto City Tour 360°

Tour virtuale della località in provincia di Trento

Rovereto è il secondo comune della provincia di Trento per numero di abitanti, dopo il capoluogo. Oltre all’importanza storica che le deriva dalle varie vicissitudini all’interno dell’Impero Austro Ungarico, ora è conosciuta a livello internazionale per la presenza di uno dei più grandi musei di arte contemporanea d’Europa: il MART, acronimo ottenuto da Museo d’Arte moderna e contemporanea di Rovereto e Trento. Rovereto è una città culturalmente molto attiva fin dai tempi della dominazione austro-ungarica, non a caso qui nacquero una parte del Futurismo italiano e il razionalismo architettonico. Motivo di vanto per Rovereto è la conservazione di una biblioteca che, fondata nel 1764, possiede 370 mila volumi. La nuova struttura che si aggiunge a quelle di Palazzo Albere (Tn) e della Casa Museo Depero, a Rovereto, sorge in una delle più eleganti vie della città: Corso Bettini, in cui si possono ammirare imponenti edifici del Settecento, i due palazzi Alberti (tra i quali è sorto il Mart), il Teatro Zandonai, il Palazzo dell’Istruzione. Iniziato nel 1987-88, è opera dell’architetto svizzero Mario Botta, che si è avvalso della collaborazione dell’ingegnere roveretano Giulio Andreolli. L’edificio si articola su quattro livelli per un totale di dodicimila metri quadrati dei quali seimila riservati alle esposizioni. A piano terra sono situati la reception, il bookshop, una sala conferenze, la caffetteria, nel piano interrato sono collocati l’Archivio del ‘900 e la Biblioteca specializzata nelle arti figurative del XX secolo. Al primo piano le due gallerie ospitano, oltre ai laboratori della sezione didattica le mostre temporanee. Al secondo piano è ospitata la collezione permanente, una raccolta d’arte dal Futurismo ai giorni nostri. Di grande interesse per il polo museale sono le oltre 3000 opere che Fortunato Depero, ha donato alla città di Rovereto e che oggi trovano la loro naturale collocazione al Mart.

Palazzo Fedrigotti

Il palazzo è in stile tardo rinascimentale e barocco ha al suo interno un magnifico cortile seicentesco a pianta circolare. Il progetto del palazzo Fedrigotti si deve all’architetto Ambrogio Rosmini nel 1790 e sei anni più tardi ospitò Napoleone Bonaparte.

Piazza Rosmini

La piazza è dedicata al filosofo Antonio Rosmini originario del Paese. Al centro della piazza abbiamo una fontana circolare di colore bianco situata nella piazza nel 1895 diventandone il simbolo. Il getto centrale è alto circa 20 metri.

Piazza delle Oche

Piazza delle Oche è una delle piazze più antiche di Rovereto. Agli inizi si chiamava piazza del Borgo e assunse il nome attuale nel 1736 quandi vi fu collocata la fontana del Nettuno. Il nome deriva da tre cigni di marmo che in origine occupavano il basamento della fontana che la gente chiamava oche perché abbastanza brutti. Al contrario alcuni storici fanno risalire il nome della piazza al mercato delle oche che ogni tanto vi si svolgeva.

Anno

2006

Virtual Tour

Rovereto City Tour

Luogo

Trento

Il tuo mondo a 360°

Alcuni dei Tour Virtuali made @THINKlab360

Baluardo San Martino Mura di Lucca
Cava Tavolini A
Chiesa di San Francesco a Lodi
Prospetto principale della Banca su via Polenghi Lombardo al tramonto
Piazza Rosmini Rovereto
Sant'Antioco di Bisarcio - Ozieri (SS)
Piazza Vetrata vista notturna, MART

Newsletter

Per conoscere di più la nostra attività iscrivetevi alla vostra newsletter 🙂