Basilica di San Miniato

Firenze a 360°

Lasciato Piazzale Michelangelo, la salita, seppur percorsa in auto, dà una strana sensazione, come di costrizione, con gli alberi che ti accompagnano fino in cima, ma quando la strada diventa un ampio slargo, ci aspettano ancora le scalinate per arrivare alla “Porta del Cielo”, ma una volta quassù, si assapora la libertà nel vedere, immenso, un panorama silenzioso e immobile, come se la frenesia della città più in basso si dissolvesse. La facciata della Chiesa, geometricamente perfetta nei suoi marmi bianchi e verdi, è interrotta dal raro mosaico raffigurante Cristo tra la Madonna e San Miniato. Appena dentro, la Chiesa ci offre lo spettacolo del tappeto marmoreo riccamente intarsiato con motivi zoomorfi. La stessa cura negli intarsi si ritrova nella transenna della tribuna presbiteriale cui si accede dalle scalinate ai lati della Cappella del Crocefisso.
Ritroviamo all’interno raffinate decorazioni di marmi verdi e bianchi, qui, intervallati dal rosso e oro della tavola d’altare che rappresenta S. Giovanni Guadalberto, S. Miniato ed episodi evangelici; nella Cappella incanta la stupenda volta a botte, realizzata da Luca Della Robbia, con i rosoni in terracotta invetriata bianca sul fondo azzurro. Nell’abside, il mosaico duecentesco raffigurante Cristo Pantokrator circondato dalla Madonna, San Miniato e i simboli degli Evangelisti.
Sulla navata destra, la sagrestia é affrescata con scene della vita di San Benedetto, e con la raffigurazione degli evangelisti sul soffitto. Sulla navata sinistra della chiesa, si apre la cappella del Cardinale del Portogallo, voluta dal Re Alfonso per accogliere le spoglie del giovane nipote, Jacopo di Lusitania, morto a Firenze. La volta, opera di Luca della Robbia, è rivestita da piastrelle policrome e completata da cinque tondi in terracotta invetriata con lo Spirito Santo al centro e le virtù teologali. Imponente il monumento sepolcrale in cui le figure scolpite sono modellate con delicatezza ed eleganza, bellissimi i due angeli che si genuflettono.

Ingresso alla Basilica

La facciata di San Miniato è uno dei capolavori dell’architettura romanica fiorentina. Venne iniziata nell’XI secolo ed è contraddistinta da due fasce principali: in basso cinque archi a tutto sesto, in alto le due falde simmetriche delle navate laterali e al centro un pronao tetrastilo sorretto da quattro pilastri che la dividono in tre parti.

La navata laterale sinistra della Basilica

L’interno è a tre navate con il coro su una piattaforma sopra la grande cripta. La navata centrale è dominata dalla Cappella del Crocefisso, progettata da Michelozzo nel 1448.

Cappella del Cardinale del Portogallo

La Cappella del Cardinale del Portogallo si trova nella navata sinistra della chiesa e fu costruita nel 1467 in memoria del Cardinale Giacomo di Lusitania. Il progetto è di Antonio Rossellino, la pala d’altare e gli affreschi sono di Antonio e Piero del Pollaiolo, il soffitto in terracotta invetriata policroma è di Luca della Robbia.

Coro e presbiterio con l’altare maggiore

L’interno della chiesa è inusuale in quanto il coro ed il presbiterio sono più alti rispetto al livello della navata di ingresso. Vi si arriva da due scalinate laterali alle quali si accede dalle due navate laterali mentre dalla navata maggiore parte la scalinata più corta verso la cripta.

Cripta sotto la zona dell’altare

La cripta, dove si suppone siano ospitate le ossa di San Miniato, è la parte più vecchia della chiesa ed è situata sotto l’altare maggiore. Vi si accede da tre rampe di scale, corrispondenti alle navate ed ha una altezza che varia dai 4 ai 4,5 metri. Il soffitto è contraddistinto da volte a crociera che si posano su 38 colonne con i capitelli di fattura e materiali diversi.

Panoramica su Firenze dalla Basilica di San Miniato al Monte

Adiacente alla chiesa abbiamo il monastero che ospita i Benedettini e l’intero complesso è circondato da mura difensive. Dal piazzale di fronte alla chiesa e al monastero abbiamo una vista molto bella su Firenze.

Anno

2009

Virtual Tour

Basilica di San Miniato al Monte

Luogo

Firenze

Il tuo mondo a 360°

Alcuni dei Tour Virtuali made @THINKlab360

Baluardo San Martino Mura di Lucca
Cava Tavolini A
Chiesa di San Francesco a Lodi
Prospetto principale della Banca su via Polenghi Lombardo al tramonto
Piazza Rosmini Rovereto
Sant'Antioco di Bisarcio - Ozieri (SS)
Piazza Vetrata vista notturna, MART

Newsletter

Per conoscere di più la nostra attività iscrivetevi alla vostra newsletter 🙂