Tour Virtuale Mura Lucca

Le mura nella letteratura

Le mura rappresentano il monumento più significativo ed emblematico della città di Lucca. La possibilità di percorrerle interamente (circa km.4,200) consente una splendida panoramica della città e del territorio circostante e rappresenta, quindi, una rilevante attrazione per i cittadini e i turisti. Nel contesto delle città italiane che hanno conservato le loro strutture difensive, Lucca si distingue per l’integrità della cerchia risalente ai secc. XVI e XVII. Le sue mura costituiscono un esempio fondamentale dell’architettura militare europea sia per la loro storia millenaria sia perché restate immutate fino ad oggi nel loro aspetto tardo rinascimentale.

Le Mura di Lucca viste con gli occhi di importanti scrittori che nel corso dei secoli hanno visitato la splendida città toscana caratterizzata dall’ “arborato cerchio” :

“Gli alberi sulle mura sono come le anime degli antichi lucchesi. Sono lì a frondeggiare, a respirare, a benedirci. Per questo non possiamo farne a meno”

Mario Tobino

Baluardo San Donato

“…Questi baluardi sono forniti di grandi alberi, che formano attorno alla città delle passeggiate molto piacevoli, in cui si può andare a piedi e in carrozza, come nei corsi da cui Parigi è circondata. Appena si scorge la città di lontano, sembra vedere un bosco d’alto fusto in mezzo al quale si eleva un campanile…” – DE LALANDE – Voyage d’un françois en Italie fait dans les annòes 1765-66

Baluardo Santa Croce

“… La scarpa interna come pure i bastioni sono coperti da alberi belli e di grandi proporzioni che procurano all’erario una notevole entrata e ombra per chi vuole passeggiare, rendendo al tempo stesso più solido il terrapieno. La via delle mura è così larga che tre carrozze affiancate possono percorrerla con comodità…” – G.CH. MARTINI – Viaggio in Toscana 1725 – 1745

Baluardo San Frediano

“…Nell’insieme mi dà un pò l’aria di Ginevra … le fortificazioni si assomigliano molto; sono belle, meno belle tuttavia di quelle di Ginevra….Il bastione, fornito di numerosa artiglieria è tagliato di numerose terrazze a quattro ripiani dalla parte della città, e in ciascun ripiano c’è un filare di alberi; in modo che lassù il giro della città è una piacevole passeggiata, anzi la cosa più bella che vi sia in Lucca …” – C. DE BROSSES – Viaggio in Italia – Lettere familiari 1739 – 1740

Baluardo San Martino

“Lucca… ben recintata e fortificata, ha fossati poco profondi dove corre un piccolo rivo d’acqua, pieni di erba verde e col fondo largo e piatto. Tutto intorno alle mura, sul terrapieno interno sono piantati due o tre filari d’alberi che servono per l’ombra, e in caso di necessità – dicono – per fascine; da fuori altro non vedete se non una foresta che nasconde le case” – M.DE MONTAGNE – Giornale del viaggio in Italia 1580 – 1581

Baluardo San Salvatore

“…La città è circondata da un muraglione tanto pesante che gli alberoni che l’incoronano prendono una leggerezza inverosimile…” – GIUSEPPE UNGARETTI – “Ecco Lucca, calda, crudele serrata e verde”

Baluardo San Regolo

“ … Tu vedi lunge gli oliveti grigi – che vaporano il viso ai poggi, o Serchio – e la città dell’arborato cerchio – ove dorme la donna del Guinigi … ” GABRIELE D’ANNUNZIO

Baluardo Santa Maria

“Lucca è una città chiusa tra baluardi bellissimi, larghi e alberati da cui, forse, non è partito colpo di cannone contro i nemici assedianti….E le fronde della doppia fila di platani che stormiscono alla brezza del maestrale ha l’idea che mai siano state falciate dal fuoco anche allora furioso, delle bombarde…” – E.PEA – Il Trenino dei Sassi – Spagnoli pellegrini a Lucca

Baluardo San Paolino

“ Ma io amo anche le mura viste da fuori, dall’esterno. Non c’è volta che rientri a Lucca o dall’autostrada, da Montecatini, dalla Garfagnana, da Viareggio, che le mura – cortine, baluardi, i bianchi cartigli con le date – non mi accolgano, non mi sorridano benevolmente.” – MARIO TOBINO

Anno

2007

Virtual Tour

Mura di Lucca

Luogo

Lucca

Il tuo mondo a 360°

Alcuni dei Tour Virtuali made @THINKlab360